LEL_3134 c
LEL_3132 c
LEL_3140 c
LEL_3133 c
LEL_3085 c
LEL_3026 c
LEL_3016 c
LEL_3018 c
LEL_3025 c
LEL_3015 c
LEL_2989 c
LEL_2939 c
LEL_2962 c
LEL_2931 c
LEL_2957 c
LEL_2955 c
DSC_7911 c
LEL_2934 c
LEL_2937 c
DSC_7887 c
DSC_7883 c
DSC_7890 c
DSC_7885 c
Aldo in scena
DSC_7901 c

Lo spettacolo dipinge immagini di migranti con i colori dell’uomo e del bambino, con il chiaroscuro dei distacchi e dei ritorni, dei successi e delle sconfitte.

Dal sole dell’antico ebreo errante alla luna del piccolo afghano morto con il diario di preghiere in tasca; il rosso dell’Argentina, il nero delle miniere, il marrone delle valige dei “terroni”.

Il bianco dei grembiuli delle badanti dell’est, e infine il mare, che inghiotte nel blu i barconi che arrivano dall'Africa.

Associazione di promozione sociale

Via Roma, 38 - 10069 - Villar Perosa (TO)

C.F. 945698400013  /  P.I. 12171920015

cantieresenzasensiaps@pec.it